Vai menu di sezione

Accesso civico "generalizzato"

Il d.lgs. n. 97/2016 ha introdotto, a livello nazionale, l’istituto dell’accesso civico generalizzato, quale diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione e nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico. Tale istituto, disciplinato all’art. 5 co. 2 e ss. d.lgs. n. 33/2013, si affianca all’accesso civico ai documenti e dati oggetto d’obbligo di pubblicazione di cui all’art. 5 co. 1 d.lgs. n. 33/2013 cit. ed all’accesso agli atti ex artt. 22 e ss. l. 7 agosto 1990, n. 241 e artt. 32 ss. l.p. 30 novembre 1992, n. 23.

Nell’ordinamento locale, esso è stato recepito con la nota l.r. n. 16/2017 limitatamente al diritto di accesso ai “documenti detenuti dall’amministrazione”, nelle forme e limiti stabiliti dalle norme nazionali  ed è applicabile agli Enti ad ordinamento regionale a partire dal 15 giugno 2017.

La richiesta di accesso civico generalizzato deve essere inviata con una delle seguenti modalità:
- tramite posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo:

amministrazione@pec.centroservizimale.it

- tramite posta ordinaria all’indirizzo:

               Responsabile per la Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza

               del Centro Servizi Socio Sanitari e Residenziali Malé A.P.S.P.

               Viale IV Novembre 4/a 38027 MALE' (TN)

- con consegna diretta presso:

                Ufficio Protocollo del  Centro Servizi Socio Sanitari e Residenziali Malé A.P.S.P.

                Viale IV Novembre 4/a 38027 MALE' (TN)

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Venerdì, 22 Giugno 2018 - Ultima modifica: Mercoledì, 20 Marzo 2019
torna all'inizio del contenuto